Lunedì 18 dicembre 2017, ore 18.00, Foyer del Teatro Valle di Roma si terrà la cerimonia di consegna del premio di drammaturgia Cendic 2017 il premio degli autori agli autori

 
Introducono
Maria Letizia Compatangelo
Presidente Cendic
Simona Cives
Responsabile attività culturali Biblioteche di Roma
Domenico Pantano
Direttore artistico Centro Teatrale Meridionale, componente giuria

Intervengono
Nicasio Anzelmo
Direttore artistico Calatafimi Segesta Festival “Le Dionisiache”
Veronica Cruciani
Direttrice artistica Teatro Biblioteca Quarticciolo, componente giuria
Marcantonio Lucidi
Critico teatrale, componente giuria

Coordina
Rosario Galli

Armando De Ceccon e gli attori della Scuola di Perfezionamento teatrale del Teatro di Roma  leggeranno alcune scene del testo Premio Cendic 2017.

Segue Cocktail
 
Nato con lo scopo di favorire la promozione e diffusione della scrittura teatrale e della lingua italiana, ideato da drammaturghi per i drammaturghi, il Premio di drammaturgia del Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea - Cendic  vuole assicurare ai partecipanti ciò che ogni autore auspica di trovare quando invia la propria opera ad un concorso: un giudizio qualificato (assicurato dalla giuria dei drammaturghi Cendic e da una giuria tecnica composta da Veronica Cruciani, Carmelo Grassi, Marcantonio Lucidi, Manuela Mandracchia, Domenico Pantano e Orazio Torrisi); premi concreti, quali allestimento e repliche; attenzione e diffusione continuativa delle opere finaliste; un meccanismo di selezione trasparente e la conoscenza delle valutazioni. Non prevede tasse di partecipazione e nemmeno spese di spedizioni postali, poiché vi si partecipa solo per via telematica. Le opere in concorso sono state consegnate entro il 31 agosto 2017.
Il Premio è aperto a tutti gli autori, iscritti o non iscritti al Cendic, ad altre associazioni di autori o alla Siae. L’Edizione 2017 aveva come tema la GIUSTIZIA. Delle opere presentate, di cui è garantito l’anonimato assoluto dal notaio Maria Borsellino D'Angelo, che ne cura la ricezione secondo le modalità indicate nel bando, ne sono state selezionate cinque, che si sono contese  l’assegnazione del  premio finale: 1993 - Il paradosso del cane, di Andrea Pennacchi; #An American Dream, di Sergio Casesi; Aspettando che finisca la notte, di Maria Carmela Mugnano; Asterio è morto, di Romano Simoni; Disastro arancione, di Sara Cavosi.